Se avete seguito fin qua tutti gli articoli dedicati alle nuove uscite di Fantascienza mese dopo mese, avrete sicuramente visto quanti titoli sono arrivati nel mercato editoriale italiano. Ma quali sono stati quelli più venduti?

Difficile in realtà saperlo, visto che i dati di vendita sappiamo ormai essere una chimera imprendibile. Possiamo però (ed è quello che ho fatto), seguire le varie classifiche degli shop online per stilare una sorta di lista dei titoli più gettonati in questi mesi estivi.

La risposta, come avevamo già avuto modo di notare in precedenza, è che non ci sono poi molti nuovi libri in lista. Si tratta per lo più di grandi classici che continuano in solitaria a trascinare il mercato online, con l’aggiunta di qualche rarissima novità che è riuscita in un modo o nell’altro a ritagliarsi una piccola breccia di visibilità.

I libri di Fantascienza più venduti dell’estate

Come detto non sarà una vera e proprio classifica, visto che risulta impossibile avere dati precisi in merito. Ma possiamo farci un’idea però di quali sono stati quelli più richiesti. E le notizie, non sono proprio buonissime.

Risultati immagini per i figli del tempoPartiamo da quelle migliori però. Tra le poche novità in lista infatti, troviamo almeno un paio di titoli che hanno riscosso molto successo di  pubblico (malgrado le recensioni non siano unanimi sulla qualità). Si tratta di “I FIGLI DEL TEMPO” di Adrian Tchaikovsky (Fanucci) e di “SUNFALL” di Jim Al-Khalili (Bollati Boringhieri).

Entrambi sempre presenti tra i Bestseller di Amazon e di IBS dalla loro uscita, sono probabilmente due tra i casi più interessanti riguardo alle uscite più recenti. Discorso molto diverso invece per un altro grande titolo ormai saldamente tra i primi posti di vendita: “IL RACCONTO DELL’ANCELLA” di Margaret Atwood. Ora in cima alle richieste anche con il suo nuovo sequel “I TESTAMENTI“, che IBS mette già in vetta alle vendite anche se si tratta solo di un pre-order visto che uscirà solo dal 10 settembre.

E poi… fine dei giochi.

Tutto il resto riguarda quasi esclusivamente il passato (più o meno remoto). Regge come sempre il buon Philip Dick, che piazza tra i più venduti sia il classico “LA SVASTICA SUL SOLE” (anche in questo caso aiutato dalla trasposizione televisiva) sia “UBIK”. Poi ancora classici, con “FAHRENHEINT 451” di Bradbury e il solito “GUIDA GALATTICA PER AUTOSTOPPISTI” (nella versione Ciclo Completo” di Douglas Adams.

Risultati immagini per guida galattica per autostoppisti

Passando per altri nomi e titoli della vecchia guardia, da Isaac Asimov (“IO, ROBOT” e tutti gli altri a seguire) a “DUNE” di Frank Herbert (in attesa di vederlo sempre più in alto man mano che usciranno news sul nuovo film per il cinema). Fino a “IL MONDO NUOVO” di Huxley, ancora oggi costantemente in Top Ten.

Insomma lo scenario che appare è una costante difficoltà nell’offrire qualcosa di nuovo che possa “scardinare” l’immaginario sui vecchi titoli (validissimi, per carità…), che possa “trascinare” anche tutto un nuovo pubblico verso una Fantascienza più moderna.

Non è un caso se anche durante una discussione sul gruppo facebook di “Fantascienza Oggi” (sei già iscritto, vero?), è risultato abbastanza difficile tirare fuori un titolo tra le nuove uscite, che potesse essere considerato parimenti “Top” rispetto a quelli che il passato ci offre.

Certo sono aumentate le pubblicazioni di genere, e in qualche misura anche la qualità di tutto il movimento (autori ed editori) stanno facendo qualche sforzo per uscire dalle sabbie mobili del tempo. Ma, evidentemente, la strada è ancora piuttosto lunga.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *