Ormai sempre più lettori di fantascienza si sono abituati a leggere anche in lingua originale, vuoi per avere subito accesso alle novità internazionali, vuoi perchè molte volte è l’unico modo per avere tra le mani opere che non sempre giungono nei nostri scaffali in italiano.

Ecco allora che con “The Originals”, vi presenterò alcune delle ultime uscite editoriali fantascientifiche d’oltre oceano. Magari scopriremo qualche interessante novità che potremo leggere anche in lingua originale (oppure aspettarla in libreria dalle nostre parti).

Cosa ci aspetta? Ecco le segnalazioni di questa settimana 😉

IRON GOLD di Pierce Brown

Iron Gold” (uscito in America intorno a metà Gennaio) è il primo capitolo della nuova trilogia di Pierce Brown ambientata però ancora una volta nel mondo di “Red Rising” che abbiamo cominciato ad apprezzare anche in Italia (i primi due capitoli sono già editi da Mondadori).

La storia comincia dieci anni dopo le vicende della prima trilogia e ritroverà ancora una volta Darrow come protagonista, alle prese però con una difficoltà molto diversa: dopo la distruzione è tempo di creare un mondo nuovo.

Pierce Brown: come cita anche la sua pagina su Wikipedia, prima di arrivare al successo mondiale con il suo “Red Rising” (che ha scritto in soli due mesi sopra il garage dei suoi genitori), Brown ha affrontato una serie infinita di rifiuti (si parla di almeno 120 “NO” degli agenti…). La storia racconta poi che i suoi libri sono arrivati al #1 della classifica dei più venduti negli States, e che la Universal si è già accaparrata i diritti per il suo libro per una cifra a sei zeri.

THE NIGHT MASQUERADE di Nnedi Okarafor

Giunge invece al capitolo finale la trilogia di un’autrice che abbiamo già avuto il piacere di apprezzare anche dalle nostre parti, grazie a quel “Laguna” pubblicato proprio qualche mese fa da Zona42.

Questa volta però, con “The Night Masquerade” Nnedi Okarafor chiude la storia che in qualche modo è valsa anche la sua consacrazione nell’olimpo della fantascienza. Con il primo “Binti” infatti si era portata a casa l’accoppiata del Premio Nebula (miglior novella) e del Premio Hugo. 

Chi ha avuto modo di leggere lo stile di questa autrice afro-americana, ritroverà in questo libro gran parte dei suoi tratti distintivi: alieni a forma di Medusa, un’intreccio politico e una spruzzata di misticismo vario.

SENLIN ASCENDS di Josiah Bancroft

L’altra opera che voglio proporvi è invece di un’esordiente, Josiah Bancroft. Il suo libro è stato dapprima auto pubblicato come eBook, prima di essere infine approdato alla Orbit che ne ha fatto una versione cartacea di grande successo (tanto che è nella lista dei migliori autori dell’anno).

Anche in questo caso però, per “Senlin Ascends” si tratta di un primo capitolo di quella che dovrebbe essere una quadrilogia (anche il secondo episodio “Arm of the Sphinx” è già disponibile).

Il libro è ambientato in una sorta di mondo steampunk, dove la Torre di Babele è una reale quanto meravigliosa attrazione turistica che arriva fino al cielo, talmente alta e immensa che nessuno sa dove finisce nè ha mai visto la sua cima.

Ed è proprio in una visita in questa affollata Torre durante la loro luna di miele, che Thomas perde la sua sposa nei meandri di questa sconfinata costruzione, costringendolo a salire sempre più alto visitando tutte le stanze per trovarla.  Riuscirà a risolvere gli enigmi della mitologica costruzione e ricongiungersi con la sua amata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *