Altro appuntamento con la nostra rubrica The Originals, dove di presentiamo alcuni degli ultimi libri di fantascienza usciti in lingua inglese nel mese di Marzo. Quattro novità molto interessanti e con approcci e temi abbastanza vari, dal mondo post-apocalittico di DAYFALL (Michael David Ares), a quello mistico di ARM OF THE SPHINX (Josiah Bancroft). Dalla fine del mondo digitale di THE FEED (Nick Clarke Windo) ai viaggi nel tempo di GODS, MONSTERS AND THE LUCKY PEACH (Kelly Robson).

A voi scegliere il preferito! Intanto come sempre, buona lettura 😉

THE FEED di Nick Clarke Windo

Cosa significa essere umani nell’era del digitale? Fin dove può arrivare la possibilità di condivisione in un mondo dominato dalla tecnologia e dalla rete?

La risposta, per Nick Clarke Windo è “The Feed”. Una rete globale in cui ogni cosa è connessa: le emozioni, le immagini, ogni tipo di informazione possibile, la mente stessa delle persone. Il problema nasce quando The Feed crolla, portandosi con sè tutto e tutti. Tranne quei pochissimi che non avevano voluto farne parte completamente, mantenendo quel minimo di autonomia che li ha salvati dal tracollo.

Comincia proprio con una lunga scena durante l’onda d’urto del tracollo questo nuovo libro dell’esordiente Nick Clarke Windo, che dimostra fin da subito la sua capacità di descrizione di un mondo solo di poco più esasperato del nostro.  Ma come affrontare le situazioni di emergenza senza l’ausilio della tecnologia e delle capacità perse? Cosa potranno mai fare due genitori per ritrovare la loro bambina di soli sei anni sparita nel nulla?

GODS, MONSTERS AND THE LUCKY PEACH di Kelly Robson

Siamo nel 2267 e finalmente la prima generazione di esseri umani può risalire dalle profondità dei rifugi sotterranei in cui si era nascosta per evitare i disastri ecologici da lei stessa provocati. E’ il momento di ripristinare l’equilibrio ecologico del pianeta, grazie alle nuove tecnologie.

Un lavoro lungo e faticoso, che però potrebbe essere evitato grazie ad una nuova scoperta che rivoluzionerà l’approccio alla ricostruzione: una macchina del tempo. Meglio sforzarsi di rimettere in sesto i disastri sul pianeta del presente, o tornare indietro e occuparsi di mettere le cose a posto nel passato?

Minh e il suo team di scienziati dovranno così non solo occuparsi di trovare i fondi per questo viaggio e tenere a bada i tanti interessi oscuri che lo accompagnano, ma anche vivere un’avventura pericolosa e ostile nella Mesopotamia dell’era preistorica.

ARM OF THE SPHINX di Josiah Bancroft

Avevamo già parlato in The Originals 01 del primo capitolo di questa saga dell’esordiente Josiah Bancroft, una storia ambientata in una sorta di mondo steampunk, dove la Torre di Babele è una reale quanto meravigliosa attrazione turistica che arriva fino al cielo, talmente alta e immensa che nessuno sa dove finisce nè ha mai visto la sua cima.

E avevamo lasciato il protagonista, Thomas, alla ricerca della sua amata persa dentro gli infiniti meandri della mastodontica costruzione. Lo ritroviamo qua ora capitano dell’equipaggio di un dirigibile, tentare ancora una volta di irrompere nella Torre.

Questa volta riuscirà a trovarsi di fronte alla Sfinge, l’inventore che gestisce tutto ciò che riguarda la Torre stessa, e come da tradizione dovrà compiere e risolvere le missioni affidategli per cercare di trovare finalmente la sua Marya.

DAYFALL di Michael David Ares

Ancora un mondo post-apocalittico, che dopo un’improvvisa guerra tra India e Pakistan ritrova tutto il suo emisfero settentrionale avvolto in una notte atomica senza fine.  L’inverno nucleare ha contribuito all’innalzamento dei mari, tanto che ora New York  ha perso parte dei suoi confini ed è circondata da una grande diga per preservare il resto della città.

Un mondo buio e oscuro, dove la criminalità ha prosperato malgrado i tentativi della polizia e dei suoi detective come Jon Phillips. E paradossalmente è proprio con la notizia del possibile ritorno alla luce che la situazione degenera e Jon sarà costretto a fare gli straordinari per risolvere un caso di molteplice omicidio da parte di un serial killer.

In questa ultima notte, rimangono 24 ore per trovare l’assassino, prima che l’intera città piombi nel caos. L’alba sta finalmente arrivando, ma sono le ultime ore della notte quelle più fredde e buie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *