L’arrivo della primavera coincide spesso con l’uscita di tante nuove occasioni per la Fantascienza in Tv, specialmente per quanto riguarda le serie in programma. Tante le novità del nostro genere preferito sulle varie piattaforme da Netflix ad Amazon, alcune particolarmente attese visti i protagonisti coinvolti.

Tempo quindi di segnare tutto sul nostro personale calendario per non perdercene neanche una: ecco tutte le nuove serie tv di fantascienza per questo 2018!

STARGATE ORIGINS

Ok, è solo un piccolo assaggio (una webseries con dieci episodi da una decina di minuti l’uno). Ma la dice lunga sulla possibilità di vedere presto un vero e proprio prequel al filone che tanto ha appassionato i fan di tutto il mondo. C’è molta attesa anche per vedere come queste vicende possano essere realmente compatibili con il primo film originale, ma per ora sembra essere più che altro un approccio morbido all’idea. In ogni caso, sicuri di volerlo perdere?

LOST IN SPACE

La data è ormai nota, il 13 Aprile, quando su Netflix potremo finalmente trovare le puntate di questo “Lost in Space” (terza trasposizione dopo la prima serie degli anni sessanta e il noto film del ’98). Ovviamente sono cambiate le circostanze e soprattutto lo spazio in cui si muove la famiglia Robinson, ma il tema centrale è sempre lo stesso: perdersi e poi ritrovarsi e sopravvivere in qualche modo. Protagonisti due volti già molto noti agli amanti delle serie tv, come Toby Stephens (chi non lo ricorda in Black Sails nei panni del pirata?) e Molly Parker (vista invece in House of Cards).

KRYPTON

Non sappiamo quanto se ne sentisse effettivamente il bisogno, ma l’universo di Superman sta per essere enormemente ampliato con questo nuovo “Krypton” in uscita a Marzo su Syfi (e Netflix). Se eravate curiosi però di sapere cosa era successo sul pianeta natale di Kal-El ben 200 anni prima dell’arrivo sulla Terra, ecco che questa serie fa proprio per voi. Protagonista questa volta è Seg-El, niente meno che il nonno di Superman, che dovrà però parimenti combattere per far valere le sue idee e la sua famiglia in un pianeta ormai prossimo alla distruzione.

COUNTERPART

E da metà gennaio è già uscita in versione originale sul canale Starz! la nuova serie di “Counterpart” (non si conosce esattamente la data per la versione italiana) che vanta tra i suoi protagonisti niente meno che il premio Oscar JK Simmons (Whiplash). La trama invece ci racconta di una speciale agenzia in quel di Berlino, che in realtà nasconde dietro la sua facciata di agenzia investigativa delle Nazioni Unite, un vero e proprio punto di passaggio per un mondo parallelo al nostro. Certo argomento non propriamente originale, ma lo spessore degli elementi in gioco fa pensare a qualcosa di leggermente differente.

CLOAK & DAGGER

Spostiamoci in casa Marvel, dove tra le tante storie che ormai affollano i palinsesti (in tv e al cinema), ne arriva un’altra che coinvolgerà questa volta un target decisamente più “teen”, grazie alle vicende di Cloak&Dagger, al secolo un ragazzino e una ragazzina che loro malgrado si ritroveranno ad avere poteri opposti (luce e ombra) da far convivere con il loro reciproco amore.

NIGHTFLYERS

Si muoverà invece tra horror e fantascienza, la nuova serie ideata niente meno che da un certo George R.R. Martin. Questa volta però niente draghi e spade, ma un claustrofobico viaggio verso i confini del nostro sistema solare da parte di otto scienziati e un telepate molto potente, sulla nave spaziale The Nightflyers, alla ricerca del primo contatto con un entità aliena. La data di uscita non è ancora nota, ma sarà sicuramente targata SyFy e distribuita da Netflix.

BLACK LIGHTING

Ancora supereroi, questa volta made in DC Comics, ancora Netflix. Si tratta di Black Lighting, il fulmine nero, che dopo aver usato i suoi poteri per proteggere la sua città, si era dedicato però esclusivamente alla sua famiglia abbandonando la lotta al crimine per svolgere una normale vita. Ma come sappiamo, ai super eroi la normalità non è concessa, e malgrado le sue intenzioni, dovrà rimettere indosso il custume del Fulmine Nero e tornare a lottare. La serie è già disponibile anche su Netflix (ma le puntate usciranno man mano fino a fine Aprile).

HARD SUN

Questa volta ci troviamo di fronte ad uno scenario pre-apocalittico, e quindi praticamente identico al mondo reale di oggi. La serie Hard Sun è già uscita in originale su Hulu nel mese di marzo, ma non si sa ancora quando potremo vederla in italiano. Si tratta delle vicende di due detective che dovranno, malgrado le loro differenze di indagine e di carattere, riuscire a convivere per fermare una nuova cospirazione governativa che potrebbe distruggere il mondo.

THE TERROR

Se vi dicessi che The Terror è basato su una storia vera, che l’idea della trasposizione è niente meno che di Ridley Scott e che è ispirata a un racconto di Dan Simmons (autore di Hyperion), avrei la vostra attenzione? Nel caso, la serie sarà visibile da fine marzo su Amazon Video e racconterà l’incredibile viaggio dell’equipaggio della Royal Navy, che nel 1847 intraprese una spedizione alla ricerca di un famigerato Passaggio a Northwest. Inutile dirvi che in effetti non andò come previsto, complice anche un predatore misterioso che perseguitò la missione per tutto il tragitto…

WESTWORLD 2

Vabbè, non è una novità, ma volevo comunque mettere la news per ricordarvi che dal 22 Aprile sarà in onda su Sky Altantic la prima puntata della seconda (IMPERDIBILE!) stagione di Westworld. Non vi racconto niente, perchè se vi siete persi la prima stagione non avete più scuse ormai. Se invece l’avete già vista, beh, non avete bisogno nemmeno che vi dica quanto sto aspettando questo momento.

THE RAIN

Se vuoi sopravvivere, evita la pioggia (un virus brutale portato dalla pioggia ha completamente sterminato la popolazione…). E’ con questo incipit che si presenta la nuova serie danese di The Rain. Non abbiamo ancora una data certa di uscita (si parla entro la fine del 2018 comunque), ma di certo il trailer appena uscito ci fa ben sperare. Certo, l’idea è di un “teen movie”, ma sappiamo come le produzioni scandinave siano decisamente differenti da quelle molto YA all’americana. Staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *